Prenota le tue vacanze in Emilia Romagna!






 2 notti (31/05 -  2/06) per  2 adulti, Bed and breakfast

Ravenna e i sui tesori

Gli otto Monumenti Unesco di Ravenna

Ravenna e i lidi

Ravenna è la città più grande e storicamente piùimportante della Romagna. Nella sua storia è stata capitale tre volte: dell'Impero romano d'Occidente, delRegno degli Ostrogoti e dell' Esarcato bizantino.

In memoria di questo luminoso passato, il complesso dei primi monumenti cristiani di Ravenna è inserito, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall' UNESCO .


BASILICA DI SAN VITALE

La basilica di San Vitale è uno dei più famosi ed importantiluoghi di culto cattolici di Ravenna, capolavoro dell'arte paleocristiana e bizantina.

La costruzione fu iniziata dal vescovo Ecclesio nel 525 e completata nel 547 dal suo successore, l'arcivescovo Massimiano, quando Ravenna era già stata riconquistata dall'imperatore Giustiniano I.

L'edificio combina elementi architettonici romani, come ad esempio la cupola intradossata, con elementi bizantini, come i capitelli.

La chiesa segna un distacco dalle tipiche basiliche longitudinali di Ravenna e presenta, nella pianta a base ottagonale, una cupola inglobata e nascosta dal tiburio.


MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA

L'edificio fu costruito verso la metà del V secolo.

La pianta del piccolo edificio, presenta una forma irregolare a croce latina, poiché il braccio longitudinale dell'ingresso è leggermente più lungo degli altri.

L'interno è decorato da un ciclo di mosaici, fra i più antichi della città. Alla fine dei bracci si trovano tre sarcofagi in marmo, quello del braccio centrale di epoca romana e gli altri due del IV e V secolo.

Le volte a botte e gli archi dei bracci sono riccamente decorati con festoni di fiori e frutta e intrecci geometrici.


BATTISTERO DEGLI ARIANI

Il suo interno si presenta spoglio: la muratura a vista e privo di arredi. La presenza della vasca battesimale è ricordata oggi solo da una lastra marmorearotonda al centro dell'edificio. La cupola è invece completamente decorata a mosaico.

La superficie musiva è più piccola rispetto a quella del Battistero Neoniano e l'organizzazione decorativa presenta solodue registri circolari. Al centro si trova una rappresentazione del battesimo di Cristo con Giovanni Battista, la personificazione del fiume Giordano e la colomba dello Spirito Santo.


BATTISTERO NEONIANO (O DEGLI ORTODOSSI)

Il Battistero venne avviato nei primissimi anni del V secolo dal vescovo Orso e terminato verso il 450 circa.

Neone, circa nel 458, intervenne con importanti opere strutturali, in particolare con la costruzione della cupola (alleggerita da tubi fittili) in sostituzione al soffitto originariamente piano, la quale venne decorata con ricchi mosaici ancora oggi visibili.


CAPPELLA ARCIVESCOVILE (O DI SANT’ ANDREA)

Unico monumento di natura ortodossa ad essere stato costruito durante il regno di Teodorico, la Cappella Arcivescovile, conosciuta anche come Cappella di Sant'Andrea, è l'antico oratorio dell'Episcopio ravennate, voluta dalVescovo Pietro II e dedicata a San Pietro Crisologo, arcivescovo di Ravenna dal 433 al 450.

Essa si presenta con una pianta a forma di croce, dotata di un vestibolo completamente marmoreo nella parte inferiore e ricco di mosaici di straordinaria unicità in quella superiore.

Nelle volte a vela spiccano le immagini dei quattro arcangeli, che reggono uno scudo con il Monogramma Cristologico, immersi fra racemi popolati da animali.


BASILICA DI SANT’ APOLLINARE NUOVO

La Basilica, esternamente, si presenta con una facciata a salienti, realizzata in laterizio.

La navata mediana è delimitata da dodici coppie di colonne poste una di fronte all'altra che sorreggono archi a tutto sesto.

Come molte delle chiese di Ravenna, anche Sant'Apollinare Nuovo è decorata con meravigliosi e coloratissimi mosaici.

Alla parte destra della facciata si affianca il campanile cilindrico del IX secolo e sette ordini di finestre progressivamente più ampie ne aprono la superficie.

Si è conservato integro il colonnato in marmo greco: sulle colonne, i capitelli corinzi "a lira" sono sormontati da alti pulvini.

Tra le finestre sono inserite raffigurazioni di profeti ed evangelisti.


MAUSOLEO DI TEODORICO

Il Mausoleo di Teodorico è la più celebre costruzione funeraria degliOstrogoti e fu costruito verso il520 da Teodorico il Grande come sua futura tomba.

La costruzione si distingue da tutte le altre architetture della città per la sua costruzione in blocchi di pietra d'Istria, una roccia calcarea microcristallina.

Il mausoleo presenta una pianta decagonale e l'impostazione a pianta centrale riprende la tipologia di altri mausolei romani.

Inoltre, all'esterno, si trova una fascia decorativa con un motivo "a tenaglia": l'unica testimonianza a Ravenna di una decorazione desunta dall' oreficeria gota invece che dal repertorio romano-bizantino.


SANT’ APOLLINARE IN CLASSE

La basilica di Sant'Apollinare in Classe è una basilica situata a circa 5 chilometri dal centro di Ravenna.

La basilica presenta tre navate con corpo mediano rialzato e abside poligonale affiancata da due cappelle absidali.

All'interno della basilica le pareti sono spoglie, eccetto la zona absidale, ricoperta da mosaici, risalenti a epoche diverse.

Nella zona inferiore si allarga una verde valle fiorita, con rocce, cespugli, piante e uccelli.

Al centro si erge solenne la figura di Santo Apollinare, primo vescovo di Ravenna, con le braccia aperte in atteggiamento orante.

Negli spazi tra le finestre sono rappresentati quattro vescovi, fondatori delle principali basiliche ravennati: Ursicino, Orso, Severo ed Ecclesio, vestiti in abito sacerdotale reggenti un libro.

Guide al territorio che potrebbero interessarti
Arte e Cultura
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni s...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cesena Città del libro
Forlì-Cesena
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni sua parte....
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cattolica è storia, arte, cultura e legame profondo col proprio entroterra. Verdi colline che, come uno scrigno, conservano antichi tesori tanto strabilianti quanto inaspett...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cesena, fra arte, storia e cultura… Di origini umbro-etrusche, Cesena conobbe un’epoca di magnificenza al tempo dei Malatesta (1378-1465), che diedero al Centro sto...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Un percorso alla scoperta del cibo nella città di Forlimpopoli, conosciuta come città del gusto. Città natale dell’illustre Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana, tuttor...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Eretto nel 1884, fu forse il primo dedicato a Giuseppe Garibaldi in Italia. La statua è collocata vicino al porto canale, che nel 1849 rappresentò per l’eroe la salvezza dop...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Le Conserve
Cesenatico
Le conserve o ghiacciaie, così denominate secondo i tempi e i luoghi, erano molto diffuse nella zona costiera romagnola e in quelle limitrofe già nel sec. XVI; esse avevano...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Terre di Faenza
Ravenna e i lidi
“Terre di Faenza” è un insieme di luoghi e territori; Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel Bolognese e Solarolo: bellezze della natura e risorse dell'uomo....
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Immergetevi nella storia grazie alle prima Università del mondo occidentale, fondata nel 1088 a Bologna, che ancora oggi costituisce un punto di riferimento per il mondo acc...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
IL PORTO La vita a Cattolica ruota da sempre attorno alla propria tradizione marinaresca. Le antiche case dei pescatori e il grande porto pieno di imbarcazioni colme di r...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Hai bisogno d’aiuto?
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016