Prenota il tuo soggiorno!






Bellaria fra storia e cultura

Bellaria - Igea Marina

Vacanza e cultura

Un teatro proprio nel cuore della città, con un cartellone ricco di prestigiosi appuntamenti e grandi protagonisti: Giannini, Albertazzi, Pennac, sono solo alcuni degli illustri interpreti delle stagioni teatrali trascorse. Un percorso museale cittadino che comprende La Casa Rossa, Casa Museo dello scrittore Alfredo Panzini e sede di importanti incontri letterari; La Torre Saracena storico simbolo della città con il Museo delle Conchiglie; il Museo del Turismo e delle Tradizioni, dedicato al turismo e alla marineria ed il Museo Radio d’Epoca.

Questa l’offerta culturale di Bellaria Igea Marina, un’opportunità per scoprire le tradizioni popolari della nostra gente e interessanti curiosità. La visita ai musei cittadini non è impegnativa ed è adatta anche ai più piccoli. L’orario di apertura serale permette inoltre l’ingresso nelle ore più fresche della giornata, con una guida che vi accompagnerà nel percorso per ancora più completa ed esaustiva la vostra visita.

Cinema Teatro Astra

Il Cinema Teatro Astra venne aperto nel 1965-66 e fu un grandissimo avvenimento per la città di Bellaria Igea Marina, l’inaugurazione avvenne infatti in un periodo di progressiva crescita della frequentazione delle sale da parte del pubblico. Il Cinema Teatro Astra è oggi luogo di incontro di tantissime realtà culturali locali e dimora principale dei due progetti artistici più importanti di Bellaria Igea Marina: la stagione teatrale per aspera ad astra e lo storico concorso nazionale Bellaria Film Festival.

Torre Saracena

Alla Torre Saracena (Via Torre) è possibile visitare il Giardino dei Batanicci, in cui è possibile ammirare barche storiche (batanicci, bragozzi) con le antiche vele colorate che rappresentano ciascuna una famiglia di pescatori bellariesi ed il Museo delle Conchiglie, con esemplari provenienti da tutti i mari del pianeta, ospitato nei piani superiori della torre.

Aperta tutti i giorni, ore 20.30-23.00 (chiuso il lunedì)

Museo del Turismo e delle Tradizioni “Qualcosa di Noi”

Il Museo è situato nell’edificio storico del vecchio macello (Via Dei Saraceni) in cui vengono custoditi ed esposti oggetti ormai dimenticati che hanno però fatto la storia del turismo balneare bellariese e romagnolo in generale. Il museo contiene un patrimonio culturale importantissimo per la città, un esposizione di documenti, oggetti, manufatti, che raccontano il percorso che ha portato la località a diventare una delle più importanti mete del turismo italiano ed internazionale.

La visita al museo è una vera opportunità per i nostri turisti per comprendere qualcosa di più della nostra storia e soprattutto conoscerci meglio. Aperto tutti i giorni, ore 20.30-23.00 (chiuso il martedì)

Parco Culturale La Casa Rossa

La Casa Rossa di Alfredo Panzini (Via Pisino), residenza estiva dello scrittore, si innalza su una duna di sabbia e dalle sue finestre un tempo lo sguardo poteva spaziare dal mare alle colline. La casa stessa è un museo che sui quattro lati ha delle ceramiche incastonate che rimandano alle principali opere di Panzini. Le stanze sono tornate a vivere così come quando erano abitate dallo scrittore e dalla moglie Clelia, brava pittrice. Il patrimonio culturale della Casa Rossa è formato dalla collezione museale e dal fondo documentario. Tra i materiali conservati vi sono la corrispondenza intercorsa tra Panzini e i più noti esponenti della vita culturale del suo tempo: scrittori, artisti, editori tra i quali Sibilla Aleramo, Antonio Baldini, Grazia Deledda, Filippo De Pisis, Marino Moretti, Ada Negri, Giovanni Pascoli, Renato Serra, Emilio Treves, oltre che con i suoi familiari. La collezione contiene anche i manoscritti e i dattiloscritti di racconti, novelle e romanzi, gli articoli di quotidiani e di periodici, i documenti personali di Panzini riguardanti la sua carriera scolastica e di insegnamento. La collezione, creatasi grazie alla donazione di Matilde Panzini nel 1981, comprende inoltre sedici opere di Clelia Panzini aventi come tema ritratti, paesaggi rurali, marine e nature morte, mobili, arredi e suppellettili dei coniugi Panzini, cimeli e oggetti personali dello scrittore tra cui la famosissima bicicletta. Aperto tutti i giorni, ore 20.30-23.00 ( chiuso la domenica).

Museo Radio d’Epoca

Il Museo Radio d'Epoca (Piazzale Gramsci) ospita oltre 140 pezzi unici di radio risalenti agli anni ’30 e ’40 organizzate in un itinerario che porta il visitatore dentro la storia e l'evoluzione di questa importante tecnologia. Tante le rarità esposte, tra cui una Radio Marelli del 1929, una Crosly del 1930, una radio rurale del 1933, “La voce del padrone”, grammofoni degli anni ‘40 e tanti altri interessanti esemplari. Aperto tutti i giorni, ore 20.30-23.00 (chiuso il mercoledì).

Guide al territorio che potrebbero interessarti
Arte e Cultura
Atrium è un progetto europeo che coinvolge 18 partner internazionali, Forlì ne è la città capofila, e che sviluppa il tema dell’architettura dei regimi totalitari con l’intento...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Forlì Noir
Forlì-Cesena
Un itinerario, alla scoperta di luoghi ed edifici che nelle diverse epoche storiche erano stati teatro di agguati e vendette, fatti di cronaca nera ed eventi cruenti, spesso...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cattolica è storia, arte, cultura e legame profondo col proprio entroterra. Verdi colline che, come uno scrigno, conservano antichi tesori tanto strabilianti quanto inaspett...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Ravenna e i sui tesori
Ravenna e i lidi
Ravenna è la città più grande e storicamente piùimportante della Romagna. Nella sua storia è stata capitale tre volte: dell'Impero romano d'Occidente, delRegno degli Ostrogoti...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Ravenna Street Art
Ravenna e i lidi
Arte di strada o arte urbana (street art) è il nome dato dai mezzi di comunicazione di massa a quelle forme di arte che si manifestano in luoghi pubblici, spesso il...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Scopri l’arte a Forlì
Forlì-Cesena
La città di Forlì, cuore della Romagna per la sua posizione strategica che la colloca tra Bologna e Rimini, Ravenna e Firenze, è diventata nel corso dei secoli un centro cul...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario dantesco forlivese Dante Alighieri è considerato il padre della lingua Italiana e la Divina Commedia è universalmente ritenuta la più grande opera letteraria scri...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Di origini umbro-etrusche, Cesena conobbe un’epoca di magnificenza al tempo dei Malatesta (1378-1465), che diedero al Centro storico il volto odierno, e regalarono ai cittadin...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cesena Città del libro
Forlì-Cesena
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni sua parte....
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni s...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Hai bisogno d’aiuto?
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016