Prenota il tuo soggiorno!






 2 notti (16/12 - 18/12) per  2 adulti, Bed and breakfast

Rimini dal Medioevo al Rinascimento

Nel XII secolo Rimini diventa Comune e nel 1204 il cuore pulsante della città si trasferisce in piazza Cavour, dove cominciano i lavori di costruzione del Palazzo Comunale (l’Arengo).
A Rimini lavorano grandi artisti. A cominciare da Giotto. E un gruppo di eccellenti: la Scuola riminese del Trecento.

Nel 400 splende la stella della signoria dei Malatesta. Il più famoso è Sigismondo Pandolfo.
Ancora oggi molto in città parla di lui: Castel Sismondo, il Tempio Malatestiano. Tanti artisti arrivano a lavorare a Rimini: Piero della Francesca, Leon Battista Alberti, Giovanni Bellini.

PIAZZA CAVOUR
Se piazza Tre Martiri era il cuore della romanità, piazza Cavour era il fulcro dell’abitato medioevale. Protagonista è il Palazzo dell’Arengo (1204), a fianco il palazzo del Podestà (1330) e davanti la statua di papa Paolo V (1614). Leonardo da Vinci si entusiasmò al suono dell’acqua prodotto dalle 15 cannelle della fontana della Pigna. Sul lato corto della piazza ecco lo storico Teatro Galli.

PESCHERIA
Sul lato opposto al Palazzo dell’Arengo si entra nella Pescheria settecentesca. È uno degli angoli più caratteristici della città. Ci sono ancora i banconi di pietra, le fontane per pulire il pesce, il grande orologio. Oggi i vicoli che circondano la Pescheria sono punteggiati da piccoli locali alla moda che costituiscono uno dei centri della “movida” riminese.

CASTEL SISMONDO
Da Piazza Cavour si arriva a Piazza Malatesta. Il poderoso Castel Sismondo (1437) è il classico maniero rinascimentale. Progettato dallo stesso Sigismondo che ebbe fra i consulenti Brunelleschi.
Oggi rimane il grande nucleo centrale.


TEMPIO MALATESTIANO

Firmato da un gigante della storia dell’architettura, Leon Battista Alberti, il Tempio Malatestiano (1450), capolavoro del Rinascimento italiano, contiene una serie di tesori: un Crocefisso di Giotto, un affresco di Piero della Francesca, i preziosi bassorilievi degli angeli che suonano su sfondo blu. La particolarità del Tempio Malatestiano è che per la prima volta, in piena filosofia rinascimentale, non si celebra solo Dio, ma piuttosto un uomo, Sigismondo.



Guide al territorio che potrebbero interessarti
Arte e Cultura
Le Saline di Cervia - Percorso storico
Cervia - Milano Marittima
DAL CENTRO ALLA SALINA Dalla Torre San Michele parte il percorso alla scoperta della città del sale e del mare, fruibile a piedi o in bicicletta. In ogni tappa del percorso...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Di origini umbro-etrusche, Cesena conobbe un’epoca di magnificenza al tempo dei Malatesta (1378-1465), che diedero al Centro storico il volto odierno, e regalarono ai cittadin...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Un percorso alla scoperta del cibo nella città di Forlimpopoli, conosciuta come città del gusto. Città natale dell’illustre Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana, tuttor...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario romano a Ravenna
Ravenna e i lidi
Nel 402 Onorio, figlio di Teodosio I, decise di trasferire a Ravenna la residenza dell'Impero Romano d’Occidente da Milano, troppo esposta agli attacchi barbarici. Ravenna f...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Scopri l’arte a Forlì
Forlì-Cesena
La città di Forlì, cuore della Romagna per la sua posizione strategica che la colloca tra Bologna e Rimini, Ravenna e Firenze, è diventata nel corso dei secoli un centro cul...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario dantesco forlivese Dante Alighieri è considerato il padre della lingua Italiana e la Divina Commedia è universalmente ritenuta la più grande opera letteraria scri...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cesena Città del libro
Forlì-Cesena
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni sua parte....
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni s...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Nel museo galleggiante, l’unico esistente in Italia, sono esposti i prototipi delle barche dell’alto e medio Adriatico (bragozzo, paranza, topo, battana, bragozzo d’altura e...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
E’ stata costruita nel 1324 e quindi ricostruita nel sec. XVI; la forma attuale è un rifacimento del 1763 ad opera dell’Architetto luganese Pietro Borboni. Conserva due dipi...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Hai bisogno d’aiuto?
Gli uffici di informazione e accoglienza turistica dell'Emilia Romagna sono a tua disposizione
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016