Prenota il tuo soggiorno!






 2 notti (13/12 - 15/12) per  2 adulti, Bed and breakfast

Itinerario dei Mosaici

Ravenna e i lidi

L’eccellenza artistica e culturale di Ravenna è indissolubilmente legata agli antichi mosaici riconosciuti patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, e vive grazie ai laboratori dei mosaicisti, ai centri del restauro e alle istituzioni di studio e formazione. Tutto questo ha creato una sintesi unica di passato e presente che non esclude i contributi contemporanei e nuovi a questa tecnica.

MOSAICI ANTICHI

MUSEO TAMO

E’ una mostra permanente interamente dedicata all'arte del mosaico, che ha sede all'interno dell'antica chiesa di San Nicolò a Ravenna.

La mostra ospita alcuni mosaici originali, databili in un arco temporale che va dal I al XIII secolo. Si possono ammirare alcuni brani di mosaici provenienti dal sito archeologico della Domus dei tappeti di pietra, dalla ormai scomparsa basilica di San Severo e da due domus della vicina Faenza.


DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA

Collocata all’interno della settecentesca Chiesa di Santa Eufemia, la Domus è costituita da 14 ambienti pavimentati con mosaici policromi e marmi appartenenti ad un edificio privato bizantino del V-VI secolo.

I mosaici pavimentali hanno elementi geometrici, floreali e figurativi; i più importanti dell’esposizione sono il “Buon Pastore” e la “Danza dei Geni delle stagioni”.


CRIPTA RASPONI

Piccola cappella gentilizia, della fine del XVIII secolo, in realtà mai destinata ai defunti della famiglia Rasponi. La parte più significativa della cripta è costituita dal pavimento a mosaico, un assemblaggio di diversi frammenti disposti in maniera casuale. Il pavimento proviene da Classe, probabilmente dalla chiesa di San Severo (VI secolo) e presenta motivi ornamentali e figure di animali colti in atteggiamenti spontanei e vivacizzati dall’uso di smalti che ne esaltano la ricchezza cromatica.


CRIPTA SAN FRANCESCO

La cripta è decorata con mosaici pavimentali del V secolo e, trovandosi sotto il livello del mare, l'acqua la invade come fosse una piccola piscina dove nuotano anche diversi pesci.


COSIDDETTO PALAZZO DI TEODERICO

Resti del nartece della chiesa medievale di San Salvatore, costruita su un’ala del palazzo teodericiano. I numerosi mosaici esposti fanno parte sia del palazzo che delle strutture che cronologicamente lo hanno preceduto: si tratta di lacerti di mosaico e di tarsie marmoree pavimentali che vanno dal I al VII secolo e che costituiscono un eccezionale repertorio attraverso il quale si può seguire l’evoluzione del mosaico pavimentale antico.


CHIESA DI SAN GIOVANNI EVANGELISTA

Costruita nel V secolo da Galla Placidia, la chiesa nel 1944 fu gravemente danneggiata dai bombardamenti aerei che causarono, oltre la perdita degli affreschi del XII-XIV secolo, anche la distruzione dei mosaici dell'abside.

Sulle pareti interne sono oggi esposti alcuni frammenti del bellissimo pavimento della basilica, risalenti al XIII secolo, raffiguranti temi derivati dai romanzi cortesi dell'epoca, animali fantastici e personaggi della quarta crociata.

Tra le raccolte eterogenee del museo sono esposti mosaici pavimentali del VI secolo, provenienti dalla Basilica di San Severo a Classe e dalla chiesa scomparsa di San Michele in Africisco, un frammento musivo parietale con Testa d’angelo, probabilmente del VI secolo, e alcuni lacerti musivi pavimentali di epoca medievale provenienti dalla chiesa di San Vitale.

Guide al territorio che potrebbero interessarti
Arte e Cultura
Cattolica è storia, arte, cultura e legame profondo col proprio entroterra. Verdi colline che, come uno scrigno, conservano antichi tesori tanto strabilianti quanto inaspett...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario Pascoliano
San Mauro Mare
San Mauro Pascoli, un tempo San Mauro di Romagna, è conosciuto come centro calzaturiero dell'alta moda e città natale del poeta Giovanni Pascoli, di cui si può visitare la C...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Imola, l’antica colonia Forum Cornelii, sorgeva in un’area già intensamente popolata in epoca preistorica.La pianta della città richiama ancora lo schema tipico di fondazione roman...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Ravenna e i sui tesori
Ravenna e i lidi
Ravenna è la città più grande e storicamente piùimportante della Romagna. Nella sua storia è stata capitale tre volte: dell'Impero romano d'Occidente, delRegno degli Ostrogoti...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Bellaria fra storia e cultura
Bellaria - Igea Marina
Vacanza e cultura Un teatro proprio nel cuore della città, con un cartellone ricco di prestigiosi appuntamenti e grandi protagonisti: Giannini, Albertazzi, Pennac, s...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni s...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Cesena Città del libro
Forlì-Cesena
Biblioteca Malatestiana Prima biblioteca comunale d’Italia e l’unica al mondo, di tipo umanistico-conventuale, a essersi conservata perfettamente in ogni sua parte....
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Rimini Romana
Rimini
Rimini è una città romana, una delle più importanti città della Roma antica. La data ufficiale di fondazione è il 268 a.C. La colonia fu chiamata Ariminum. Fra le gr...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Immergetevi nella storia grazie alle prima Università del mondo occidentale, fondata nel 1088 a Bologna, che ancora oggi costituisce un punto di riferimento per il mondo acc...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Riolo Terme, rinomata località di villeggiatura apprezzata per le virtù terapeutiche delle sue acque, è situata su un piccolo e lussureggiante altopiano che il fiume Senio a...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Hai bisogno d’aiuto?
Gli uffici di informazione e accoglienza turistica dell'Emilia Romagna sono a tua disposizione
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016