Dove vuoi andare?





L’enogastronomia reggiana: un viaggio alla scoperta dei sapori

Reggio Emilia
La tradizione della buona cucina reggiana, semplice e naturale, trova riscontro nei numerosi ristoranti e trattorie dove è possibile gustare ottimi cibi tramandati da una generazione all’altra. I prodotti base provengono dalla terra e dagli animali, per questo si parla di “cucina povera”. Si tratta di sapori forti nati dall’esigenza di supplire alla mancanza di ingredienti costosi e raffinati.

Per conoscere la tavola reggiana e i suoi prodotti tipici, è consigliata una visita gastronomica, alla scoperta dei luoghi dove si producono alcuni dei più importanti prodotti enogastronomici dell’Emilia-Romagna. Il piacere della tavola reggiana è un’esperienza a 360° che spazia dagli antipasti ai dolci, dalle caratteristiche paste ripiene al mondo degli affettati, degli arrosti e dei bolliti.

Prodotti tipici:

•    Parmigiano Reggiano: Questo formaggio, giustamente definito in diverse occasioni come il migliore del mondo, porta con sé il lustro di una nobiltà vecchia di secoli. Le origini del Parmigiano Reggiano risalgono al Medioevo e vengono generalmente collocate attorno al XII secolo. A rendere così tipico questo formaggio concorrono infatti fattori ambientali particolarissimi, delimitati in una piccola zona di produzione (il suolo, l’aria, l’acqua, l’alimentazione delle vacche) e la particolare produzione artigianale rimasta invariata nei secoli. È possibile visitare numerosi caseifici del territorio per scoprire il processo di produzione di questo prodotto e degustarne il sapore inconfondibile.

•    Lambrusco e Spergola: Il Lambrusco è il vino emiliano per eccellenza, un’espressione unica dell’enologia italiana. Da queste uve fragranti si ottiene un vino frizzante estremamente piacevole, il più esportato nel mondo. Gli affezionati si dividono tra estimatori della tipologia dolce o secca, del profumo di viola o dei sentori di frutti di bosco. La cucina emiliana non sarebbe tale se non accompagnata dal suo vino frizzante per eccellenza. Oltre al lambrusco sono molto noti e apprezzati i vini bianchi dei Colli di Scandiano e Canossa, come la Spergola, che solo recentemente ha ottenuto riconoscimento e prestigio internazionale. Per assaggiare questo prodotto tipicamente emiliano, sono numerose le cantine che offrono la possibilità di visite guidate.

•    Aceto Balsamico Tradizionale: L’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia si ottiene grazie a lunghissimo invecchiamento (minimo 12 anni) di mosto cotto di uve locali, in una batteria di botticelle di legni differenti a grandezza scalare, con travasi annuali e periodici rabbocchi. Il risultato di tanta paziente sapienza è un liquido sciropposo, bruno scuro, dal profumo penetrante e dall’inimitabile gusto agrodolce. Tre bollini: oro, argento ed aragosta caratterizzano, rispettivamente la prima, la seconda e la terza qualità dell’aceto, secondo la classifica della commissione dei degustatori. La visita alle acetaie sul territorio permette di degustare diversi livelli di invecchiamento di Aceto Balsamico.

•    Erbazzone Reggiano: l’erbazzone Reggiano è un piatto tipico della cucina emiliana. Si tratta di una torta salata rustica, composta da un impasto di farina, acqua e olio, che racchiude un ripieno ricco a base di bietole o spinaci, cipolla, parmigiano grattugiato e uova. Il tutto viene cotto al forno fino ad ottenere una crosta dorata e fragrante. Questo piatto tradizionalmente emiliano è apprezzato per la sua combinazione di sapori robusti e genuini, rappresentando un’icona della gastronomia locale.

•    Spongata: La spongata è un dolce tradizionale della cucina emiliana. Si tratta di una torta natalizia a forma di ciambella, composta da uno strato di pasta frolla o sfoglia ripieno di una miscela densa e aromaticamente speziata di noci, mandorle, miele, frutta candita e scorza d’arancia. La spongata è spesso decorata con intrecci o motivi geometrici sulla parte superiore. Questo dolce è parte integrante delle festività natalizie nella tradizione culinaria dell’Emilia-Romagna, celebrando la ricchezza dei sapori locali e delle spezie.
Guide al territorio che potrebbero interessarti
Enogastronomia
A zonzo nelle splendide valli piacentine: in Val Tidone tra colline di vigneti, in Val Trebbia, tra le anse di un fiume che ha esteso la sua fama al di là dei confini nazion...
Vai alla scheda
Enogastronomia
Questo itinerario è per chi non si accontenta di vivere la città di Modena solo durante il giorno, ma vuole continuare anche la sera.Sono molteplici le zone dislocate nel centr...
Vai alla scheda
Enogastronomia
La Provincia di Parma, la più ricca di prodotti tipici tutelata da marchi di qualità, dedica ad alcuni di essi, come a veri capolavori del gusto, tre musei ce vogliono esser...
Vai alla scheda
Enogastronomia
Se vi foste recati a Bologna nel tredicesimo secolo sareste rimasti colpiti dall’allegria che pervadeva tutta la città e dalla vivacità delle taverne. La stessa atmosfera gi...
Vai alla scheda
Enogastronomia
Modena è la provincia Italiana più ricca di prodotti a denominazione di origine DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta) ed è, nel mon...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
La città che ha dato i natali al grande fotografo Luigi Ghirri è conosciuta in tutto il mondo per ospitare ogni anno il Festival Fotografia Europea, uno degli appuntamenti di spicc...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
• Gli estensi e le corporazioni reggiane: Alla fine del XVIII secolo Reggio Emilia apparteneva agli Estensi che avevano stabilito a Modena la capitale del loro piccolo ducato. Agli...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Reggio Emilia è arricchita da diverse chiese di notevole importanza storica e architettonica. • Cattedrale – Duomo: Il Duomo di Reggio Emilia, ufficialmente noto come la Cattedrale...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
La Reggio Emilia contemporanea è attenta alla modernità e al costante mutamento della società, della cultura e del gusto.• Stazione Mediopadana AV: La stazione progettata da Santia...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
• Piazza della Vittoria e Piazza Martiri del 7 luglio: La piazza più grande della città, recentemente restaurata. Insieme all'adiacente Piazza Martiri del 7 Luglio forma un unico a...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.
Hai bisogno d’aiuto?
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016 - Preferenze Cookie