Prenota il tuo soggiorno!






 2 notti (13/12 - 15/12) per  2 adulti, Bed and breakfast

Scopri l’arte a Forlì

Forlì-Cesena

La città di Forlì, cuore della Romagna per la sua posizione strategica che la colloca tra Bologna e Rimini, Ravenna e Firenze, è diventata nel corso dei secoli un centro culturale, accademico ed enogastronomico di eccellenza. Oggi è anche un polo museale e culturale di grande interesse con il complesso di San Domenico e le mostre che ogni anno ospita.

  • Piazza Saffi - è il cuore della città di Forlì e si trova al crocevia dei quattro principali corsi. Al centro della piazza si staglia la statua di Aurelio Saffi e il suo perimetro è circondato da alcuni dei palazzi più prestigiosi della città. La piazza è tra le più grandi d'Italia e qui si sono tenute sanguinose lotte tra guelfi e ghibellini. Nel 1282 vide la vittoria dei forlivesi guidati da Guido da Montefeltro sulle truppe francesi inviate dal Papa Martino IV (ricordato nella Divina Commedia come il “sanguinoso mucchio”). Per l’occasione è stato eretto un tempietto votivo, la Crocetta, che nel XVII secolo venne sostituito da una colonna sormontata dall’immagine della Madonna del Fuoco, protettrice della città (visibile oggi in Piazza del Duomo) e nel secolo scorso dalla statua dedicata ad Aurelio Saffi (1819-1890), uomo politico triumviro della Repubblica Romana del 1849.
  • Abbazia San Mercuriale – è l’edificio più noto della città e uno dei simboli dell’intera Emilia-Romagna. Ha la dignità di basilica minore conferita dal Papa Giovanni XXIII. La basilica ha origini antichissime, essendo stata edificata sui resti di una pieve del VI secolo intitolata a Santo Stefano.
  • Palazzo del Governo o Palazzo Paulucci di Calboli – a fianco dell’Abbazia di San Mercuriale, il palazzo venne costruito agli inizi del XVIII secolo. Fu destinato come sede del Palazzo di Governo di Forlì. Al piano terra il carattere originario dell’edificio è stato alterato con l’apertura di negozi lungo tutto il fronte e lo scalone è abbellito da due gruppi scultorei, “Teseo con Minotauro” ed “Ercole con Idra”.
  • La Cattedrale di Santa Croce - è il duomo di Forlì e sede del vescovo della diocesi di Forlì-Bertinoro. Al suo interno, nella cappella sinistra, si trova la xilografia della Madonna del Fuoco, patrona della diocesi. L'attuale aspetto neoclassico, frutto dei grandi lavori che seguirono l'abbattimento della primitiva chiesa romanico gotica, le fu conferito dall'architetto Giulio Zambianchi.
  • Palazzo Romagnoli - Il Palazzo Romagnoli - Reggiani prende il nome dalla famiglia Romagnoli di origine cesenate, che si stabilì a Forlì dal 1806 quando Lorenzo Romagnoli divenne prefetto della città durante il governo francese, e dalla famiglia Reggiani dal nome di Girolamo Lorenzo Reggiani che sposò l’ultima discendente Virginia e assunse il cognome di Reggiani Romagnoli. A due passi dai Musei San Domenico il piano terra del palazzo è dedicato all'esposizione permanente della prestigiosa Collezione Verzocchi, mentre al primo piano sono collocate una selezione di opere tra cui gli oli e le incisioni di Morandi della Donazione Righini, le sculture di Wildt legate alla figura di Raniero Paulucci de Calboli e 'La grande Romagna', di opere pittoriche e plastiche rappresentative del vasto e composito patrimonio novecentesco forlivese.
  • Complesso San Domenico – è stato ristrutturato dove un tempo vi si trovava un convento domenicano risalente al XIII secolo. All'interno del complesso si trova il refettorio del convento con affreschi cinquecenteschi attribuiti a Girolamo Ugolini. Sulla parete nord-est l'affresco è ripartito in tre parti suddivise da elementi architettonici con al centro la Crocifissione, a sinistra l'apparizione dei santi Pietro e Paolo a San Domenico e a destra sempre San Domenico che resuscita il giovane Napoleone Orsini caduto da cavallo. Sulla parete di sud-ovest è rappresentata la mensa di San Domenico con il miracoli dei pani. Quest'ultimo affresco risulta gravemente danneggiato dai militari nel periodo napoleonico. Il complesso è formato da cinque edifici: Palazzo Pasquali, chiesa di San Giacomo Apostolo, Convento dei Domenicani, Convento degli Agostiniani e Sala Santa Caterina. Al suo interno è ospitata la Pinacoteca Civica di Forlì. Inoltre è sede di esposizioni temporanee.
  • Rocca di Ravaldino – è una cittadella fortificata di origine medioevale. È stata ricostruita e rafforzata nel Trecento sia dagli Ordelaffi sia da Egidio Albornoz ed ampliata durante il Quattrocento, è oggi in parte destinata a sede espositiva, mentre un'ampia area ospita le carceri della città.
Guide al territorio che potrebbero interessarti
Arte e Cultura
Le Conserve
Cesenatico
Le conserve o ghiacciaie, così denominate secondo i tempi e i luoghi, erano molto diffuse nella zona costiera romagnola e in quelle limitrofe già nel sec. XVI; esse avevano...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Imola, l’antica colonia Forum Cornelii, sorgeva in un’area già intensamente popolata in epoca preistorica.La pianta della città richiama ancora lo schema tipico di fondazione roman...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario Pascoliano
San Mauro Mare
San Mauro Pascoli, un tempo San Mauro di Romagna, è conosciuto come centro calzaturiero dell'alta moda e città natale del poeta Giovanni Pascoli, di cui si può visitare la C...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Casola Valsenio è un suggestivo borgo dell’alta Valle del Senio, in provincia di Ravenna, prossimo a quella parte della provincia di Firenze che sconfina sul versante Adriatico...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Eretto nel 1884, fu forse il primo dedicato a Giuseppe Garibaldi in Italia. La statua è collocata vicino al porto canale, che nel 1849 rappresentò per l’eroe la salvezza dop...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Il porto di Cesenatico fu costruito nel 1314 per l’esigenza mercantile della città di Cesena di avere uno sbocco al mare. Ai primi del cinquecento Cesare Borgia reputò oppor...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
E’ stata costruita nel 1324 e quindi ricostruita nel sec. XVI; la forma attuale è un rifacimento del 1763 ad opera dell’Architetto luganese Pietro Borboni. Conserva due dipi...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Per un itineariro tutto dedicato al grande Federico Fellini si parte da Parco Fellini dove si affaccia il candido Grand Hotel. Volendo, si può dormire nella suite Fellini (la s...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Nella casa natale del poeta Marino Moretti sono custoditi i suoi libri e le sue carte. Attualmente è sede di un centro di studi e ricerche sulla cultura letteraria novecente...
Vai alla scheda
Arte e Cultura
Itinerario dantesco forlivese Dante Alighieri è considerato il padre della lingua Italiana e la Divina Commedia è universalmente ritenuta la più grande opera letteraria scri...
Vai alla scheda
Le migliori strutture per le tue vacanze in Emilia Romagna
direttamente nella tua email!
Hai bisogno d’aiuto?
Gli uffici di informazione e accoglienza turistica dell'Emilia Romagna sono a tua disposizione
Emilia Romagna: terra da scoprire!
Seguici:

Emiliaromagnawelcome.com - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02540800394
Credits TITANKA! Spa © 2016